Approfondimenti

Ansia e Panico

05-10-2018

Impariamo a gestire l’ansia ( parte 1 di 3 )

Sebbene l’ansia venga costantemente associata a qualcosa di negativo, essa è per natura positiva per la nostra sopravvivenza. L’ansia va infatti intesa come una serie di sensazioni di disagio e di tendenze ad attivarsi e agire che ci rende consapevoli che qualcosa di pericoloso potrebbe o sta per accadere. Senza ansia non saremmo motivati a guardare a sinistra e a destra prima di attraversare una strada, non studieremmo prima di un esame, non ci attiveremo per fare la spesa quando il frigorifero è vuoto e si avvicina l’ora di pranzo. Questo tipo di ansia è da intendersi come preoccupazione, attivazione o prudenza.

leggi tutto

05-10-2018

Impariamo a gestire l’ansia ( parte 2 di 3 )

Continua la descrizione di strategie di gestione attiva dell’ansia, che tutti possono mettere in atto con diverso grado di impegno, e che si concluderà nella terza parte dell’articolo, visibile a questo indirizzo. Ricordo che le tecniche qui esposte possono aiutare a gestire stati d’ansia provvisori e non si sostituiscono in alcun modo al parere di un esperto che ha invece il ruolo di trovare le strategie migliori per il vostro caso specifico, dopo un’attenta valutazione iniziale ed una profonda conoscenza della vostra storia.

leggi tutto

05-10-2018

Impariamo a gestire l’ansia ( parte 3 di 3 )

Esposizione graduale: poche strategie sono efficaci nel vincere l’ansia quanto l’esposizione. Questa tecnica consiste nel mettersi in contatto diretto con tutto ciò che rende ansiosi in maniera graduale, eseguendo cioè un passo alla volta. Ogni piccolo nuovo passo provocherà una certa dose di ansia, gestibile e controllabile. L’esposizione va costruita, affrontando una paura/preoccupazione per volta e stilando una gerarchia di situazioni stressanti associate a quella specifica paura. Per fare questo analizza la tua paura e rintraccia in essa ogni singolo aspetto che crea preoccupazione o ansia.

leggi tutto